TGD – 3S
Posted by

TGD – 3S

LA TECNOLOGIA FUNIVIARIA PIU’ MODERNA E SICURA . CABINOVIA TRIFUNE AD AMMORSAMENTO AUTOMATICO

 

Dal 1957 ad oggi, secondo dati dal sito www.funivie.org, si sono registrati in Italia poco meno di un centinaio di incidenti funiviari (a parte l’atto criminale del Cermis che non abbiamo inteso inserire nelle statistiche per motivi etici) attribuibili solo in minima parte a cedimento materiali, eventi atmosferici o a errate segnalazioni dei sistemi di controllo mentre s’è trattato, per la maggioranza dei casi, di mancato o errato intervento della vigilanza da parte della gestione. Errori umani, quindi; difficilmente e raramente tecnologici.
Tali incidenti hanno provocato, in particolare, il decesso di 37 passeggeri entro i circa 1800 impianti in funzione ( → Min. Ec. e Finanze) lungo un percorso totale effettivo di poco superiore ai 2000 km.
In pratica 0,7 morti/anno e 0,0004 morti/km/anno, per un utenza di oltre 4 milioni di cittadini che usufruiscono, almeno una volta l’anno, di impianti di trasporto a fune sia per turismo che per motivi
di ordinario spostamento.
Una % da combinazione SuperEnalotto, allora, nonostante le tragedie personali, famigliari e sociali insite in ognuna delle situazioni registrate; in grado tuttavia, e nonostante il favore dei dati, di stimolare comunque e sempre più il raggiungimento dell’obiettivo, in tendenza asintotica, della Sicurezza totale.
E tutto questo grazie non solo a Normative precise e funzionali (severe, anche) come solo in Italia attualmente esistono, ad onta di ogni facile illazione interpretativa (nel presente caso del tutto fuori luogo) ma anche in relazione al continuo sviluppo tecnologico nel merito cui le case produttrici, soprattutto italiane o comunque per il mercato italiano, si sono indirizzate. Indirizzi che hanno portato la qualità della produzione nazionale, e quella alpina in generale, ai massimi livelli nel Mondo al punto che quasi tutte le più importanti e significative installazioni dell’ultimo decennio nelle più diverse aree del globo, hanno fatto riferimento a forniture, e sistemi, italo-europei.
Per la stragrande maggioranza italo-austriaci.
E a questo proposito, nel proporre la presente pubblicazione che vuole essere, oltre che veicolo di promozione per i trasporti aerei a fune (anche urbani e non solo aerei) nel senso della sicurezza, anche informazione puntuale circa il livello tecnologico del settore raggiunto oggi giorno, siamo a parlare di 2 produttori, ovvero del Gruppo Doppelmayr-Garaventa (A e CH) con sede anche a Lana (BZ) e del Gruppo italiano Leitner (Agudio e Poma F) con sede a Vipiteno (BZ).
I suddetti costruttori, infatti, pur con scadenze di programma differenti, hanno realizzato, unici al Mondo, impianti con tecnologia 3S, ovvero una tipologia che, per quanto ancora poco diffusa trattandosi del più moderno sistema fin qui progettato e realizzato, non ha mai fatto registrare alcun incidente di qualunque tipo lungo tutto il periodo applicativo fin qui trascorso dalle prime sperimentazioni; e che ormai volge al ventennio, per le strutture ultime (e addirittura all’ottantennio per il prototipo di Heckel).
Vent’anni comunque, si diceva, in sicurezza e in tutela; in controllo e in qualità. Vent’anni al servizio del trasporto più particolare, un tempo ritenuto di nicchia ma che oggi tende a diventare di giorno in giorno, con l’affermarsi della definitiva, obbligata Urbanistica Verticale, uno dei sistemi più significativi per lo sviluppo dei trasporti e delle infrastrutture del futuro; non solo per il rispetto dell’ambiente e per la minimizzazione dei consumi energetici ma anche per la salvaguardia funzionale e l’integrazione dei servizi al cittadino nelle aree urbane e metropolitane.

 

0 Commenti disabilitati 724 05 settembre, 2013 PUBBLICAZIONI, Tecnica Funiviaria settembre 5, 2013

About the author

View all articles by admin

Cerca

SPONSOR

Offerte voli e low cost

SPONSOR

hardgreen 300x250

SPONSOR

SPONSOR

SPONSOR